La Conversione dei Siti Militari >> Tipologie >> Basi navali
"Le basi navali hanno lo scopo di provvedere al rifugio sicuro di elementi della flotta, al loro completo rifornimento in uomini, viveri, acqua, munizioni, materiali, e infine, a eventuali riparazioni. Sono distinte in principali e secondarie".1

Le principali sono dislocate in località arretrate e protette dalle offese dall'alto e dal mare mediante artiglierie navali, costiere e antiaeree; reti e sbarramenti di mine; aerei da caccia e apposito naviglio. Esse sono fornite di arsenali, depositi di carburanti, polveriere, caserme, ospedali, ecc. Le basi secondarie sono dislocate in località più avanzate, e, perché meno protette e meno dotate di servizi, solo eccezionalmente danno rifugio alle navi di maggior tonnellaggio.


In Italia sono basi navali permanenti principali: La Spezia e Taranto; secondarie: Cagliari e Brindisi. Esse hanno i compiti della conservazione e manutenzione del materiale navigante dislocato stabilmente in esse; della prestazione di materiale o mano d'opera per le piccole riparazioni al naviglio che comunque viene ad appoggiarsi a esse; l'approvvigionamento dei materiali di consumo e dei combustibili e carburanti; la conservazione e sorveglianza del materiale bellico (artiglierie, armi portatili e munizioni; siluri e mine; ostruzioni retali e materiale da dragaggio). Qualora dispongano dell'attrezzatura necessaria per le grandi riparazioni sono anche dette basi di raddobbo.

 Nave anfibia portaelicotteri d'assalto in sosta a Cagliari

Per quanto riguarda i porti militari, nello specifico, la loro ubicazione è perciò scelta con criteri strategici. Essi devono essere provvisti di ampissimi bacini, ben protetti dall'agitazione ondosa. La loro posizione deve anche risultare facilmente difendibile dalle offese nemiche provenienti dal mare, dall'aria e dalla terra. Sono quindi generalmente situati in fondo a rade naturali. Particolarmente favorevole è il caso in cui la costa ha pendici che si elevano notevolmente, sulle quali la difesa contraerea trova postazione ottimale e nei cui fianchi si possono sviluppare sistemazioni in caverna.2











1
Grande Dizionario Enciclopedico UTET
2 La Piccola Treccani - Dizionario Enciclopedico